LE ASIMMETRIE MAMMARIE

La Chirurgia  plastica delle asimmetrie mammarie, è sicuramente una  tra le più impegnativedel settore perché mette a dura prova l’esperienza e l’abilità dello specialista. Lo sviluppo del seno spesso non è simmetrico . Nella maggior parte delle donne c’è qualche  piccla diversità di forma e volume tra le due mammelle. Queste differenze possono variare, da quelle appena percettibili a quelle gravi.Esistono due tipi di asimmetria , un tipo ‘congenito’, legato a deficit di sviluppo,  ed uno ‘ ‘acquisito’ , conseguente ad interventi di chirurgia mammaria., traumi ,radiazioni o ustioni.Le forme  di grado lieve non  costituiscono un particolare problema per la paziente.( quando la differenza di volume è meno del 10% è scarsamente percepibile.) A volte, però, tali anomalie dello sviluppo sono molto gravi e possono coinvolgere, dal lato interessato, non solo la mammella  , ma anche il muscolo pettorale sottostante, che può essere scarsamente sviluppato o addirittura assente; si parla,in tale caso, di ‘Sindrome di Poland’ Esistono ,poi, le asimmetrie ,cosiddette false,  in cui  il volume delle due mammelle è sostanzialmente identico, ma esse si presentano diverse tra loro per una asimmetria della loro posizione sul torace; in tal caso  il difetto è da attribuire  ad alterazioni della gabbia toracica ( es. scoliosi, pectus escavatum,  asimmetrie della gabbia toracica etc.) o ad atteggiamenti posturali viziati .Di solito il concetto estetico che la donna ha di se stessa esige che le proprie mammelle siano simmetriche e di forma e volume proporzionati . Quando si discosta molto da questo modello ideale la paziente consulta il chirurgo plastico

Asimmetrie Mammarie Congenite e loro trattamento chirurgico

Caso A ;  Età 28 anni :  Asimmetria mammaria di grado elevato in mammelle scarsamente sviluppate. ( La mammella destra  più grande della sinistra). Una mastoplastica di aumento con protesi di differente  volume  rende il seno molto attraente, ; da notare anche la differente base di impianto delle mammelle sul torace, essendo la sinistra collocata più in alto della destra  e   Foto 1 e 2 : pre- operatorio e post-operatorio ad un mese

Caso B , Età 22 anni   Grave asimmetria ; la mammella destra è stata aumentata di volume  con una protesi e la sinistra ridotta leggermente con intervento di ‘mastoplastica riduttiva’

Caso  C Età 24 anni :la mammella destra è stata sottoposta  a mastopessi con protesi , la sinistra a semplice introduzione di protesi.((La mastopessi è  un ‘lifting del seno’,cioè una operazione che ci consente di sollevare il seno  e renderlo più compatto mediante asportazione di pelle e plicature profonde ; residuano  cicatrici molto sottili che, a volte, si può riuscire a contenere nella sola zona periareolare).

   Asimmetrie mammarie Acquisite e loro trattamento   

Le forme acquisite ,nella maggior parte dei casi sono conseguenti ad interventi di chirurgia per tumori del seno ( quadrantectomia, tumorectomia ,mastectomia).

Caso D  Asimmetria conseguente a mastectomia per tumore ;nella foto di destra si vede che la mammella destra contiene un espansore che ha lo scopo di distendere i tessuti prima della ricostruzione .Nella foto di sinistra  si vede  la ricostruzione :la mammella  destra è stata trattata con  la protesi definitiva e ricostruito il complesso areola-capezzolo,mentre la mammella  sinistra è stata trattata con una mastopessi ed applicata una protesi per dare volume al polo superiore  ( In questi casi quasi sempre occorre sottoporre la mammella normale controlaterale ad un piccolo trattamento di mastopessi ,per darle un ‘montaggio’ ed un modellamento che la renda simile alla prima a cui è stata applicata la proteis e talora anche applicare una protesi alla mammella sana per ottenere una buona simmetria .